Taranto libera sostiene il referendum per la chiusura totale (o parziale) dell’Ilva

28 aprile 2010 alle 02:52 | Pubblicato su Comunicati stampa | 3 commenti
Tag:

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del comitato “Taranto libera”, a sostegno del referendum per la chiusura totale o parziale dell’Ilva.

Il referendum è uno strumento di democrazia diretta mediante il quale si chiama una cittadinanza a fornire il proprio parere su un tema di interesse comune. L´inquinamento ambientale perpetrato nella città di Taranto ad opera di diverse industrie pesanti e che ha avuto ed ancora ha indiscusse ripercussioni sulla salute dei cittadini e dei lavoratori, è senza dubbio un tema di interesse comune. Lo stabilimento Ilva di Taranto è solo una delle aziende che per la natura stessa della sua attività produttiva è oggettivamente in parte responsabile di questo grave inquinamento ambientale. Taranto libera sostiene, pertanto, il referendum consultivo per la chiusura totale o parziale (della sola area a caldo) dell´Ilva di Taranto non in virtu´ di uno specifico ed univoco accanimento nei confronti dello stabilimento in questione ma solo in virtu´ della consapevolezza di trovarsi di fronte ad una importante e storica opportunità: il diritto di riappropriarsi della facoltà di esprimersi nei confronti di una problematica che per decenni ha visto tristemente protagonisti i cittadini di Taranto (e dell´intera provincia).Se da un lato la natura consultiva del referendum non obbliga giuridicamente le Istituzioni a mobilitarsi per rispettare la volontà di una intera cittadinanza, li obbliga pero´ moralmente, civilmente e costituzionalmente a non ignorarla. Decidere per la chiusura dell´Ilva, anche della sola area a caldo, non significa bloccare istantaneamente l´economia di una intera città, come Confindustria ha recentemente dichiarato. Rispetto alla questione referendum, Confindustria mostra di avere timori che, in tutta franchezza, come cittadini non riusciamo a comprendere. Appare del tutto logico pensare, al contrario, che la riconversione industriale, puo´ solo salvare la città facendola uscire “da una crisi che sta producendo moltitudini di cassintegrati e disoccupati´ e che `ogni giorno fa registrare livelli altissimi e preoccupanti di tensione sociale” (GdM, 23 aprile), proprio perché è comunque impensabile dover fondare l’economia di una città in prevalenza su un unico tipo di produzione (l’acciaio) che è tra l´altro ormai in rapido declino. Confindustria sa bene che la vittoria del `si´ non determinerebbe la chiusura immediata dello stabilimento ma anzi l´avvio di un percorso di programmazione che include il risarcimento danni, la graduale riconversione industriale con necessaria diversificazione delle attività economiche non inquinanti da collocare in aree diverse del territorio tarantino, successiva chiusura delle attività inquinanti e bonifica dei territori. Decidere per la chiusura dell´Ilva significa decidere di fissare un concetto: vogliamo un futuro diverso per Taranto, senza l´industria inquinante e cominciamo a progettarlo. Come comitato di semplici cittadini ed in maniera del tutto volontaria, ci preoccupiamo del futuro di Taranto ed è per questo che ci impegneremo a sensibilizzare, informare e proporre idee per la riconversione industriale di cui solo le Istituzioni regionale, nazionale e internazionale, congiuntamente con la classe imprenditoriale dovranno farsi carico con la collaborazione (spontanea) di tutti i cittadini e delle libere associazioni. Invitiamo pertanto la cittadinanza a riflettere: il ricatto occupazionale barattato con il diritto alla salute, non deve e non può far breccia su una intera società civile di tutto rispetto. E’ giunto il momento di dimostrarlo”.

TarantOggi – mercoledì 28 aprile 2010



Annunci

3 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. walk on…

  2. come davide ricciardi

  3. :-)))


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: