Taranto libera replica al prof. Pirro

14 ottobre 2010 alle 12:54 | Pubblicato su Le Azioni di 'Taranto libera' | Lascia un commento

Corriere del Giorno pag. 16

Corriere del Giorno pag. 17

Il comitato ‘Taranto libera’ avrebbe potuto astenersi dal commentare la posizione del Prof. Pirro riportata su questa testata in data 11 ottobre 2010. Troppo spesso, tuttavia, vengono chiamati in causa coloro i quali ritengono il referendum consultivo un valido mezzo per sondare l’opinione della cittadinanza. I toni con cui se ne parla risultano essere ancora assai tesi e costellati di valutazioni piuttosto approssimative. Il Prof. Pirro dovrà pur spiegare chi sono ‘’colori i quali continuano a ritenere il referendum la soluzione a problemi di grande complessità’’ e soprattutto indicare in quale occasione il referendum è stato considerato una soluzione.

Il Prof. Pirro, sebbene non direttamente rivolto a coloro i quali sostengono il referendum, fa valutazioni che li riguardano rivolgendosi ad altri gruppi ambientalisti. Ebbene, ricordiamo al Prof. Pirro che la natura del referendum, qualora non ne fosse a conoscenza, è tale da agire da importante mezzo di opinione. La preoccupazione nel caso ci fosse astensionismo o una vittoria del ‘no’ non è propria di tutto il movimento ambientalista. Tanto è vero che associazioni e comitati liberi non temono questo aspetto poichè l’avere già sollevato la questione ‘alternative’ rappresenta un primo passo verso una rivoluzione culturale che tarda a realizzarsi nello specifico nella città di Taranto. Del resto i timori sono tipici di un certo modo di percepire la realtà che rispecchia appunto tutta la classe dirigente locale e nazionale. Da un recente sondaggio, curato da Lorien Consulting e dal mensile La Nuova ecologia, reso noto al Forum QualEnergia tenutosi a Firenze è emerso, infatti, che più di 7 italiani su 10 sono preoccupati per l’inquinamento e per lo spreco di risorse che derivano da scelte vecchie, dalla mancanza di coraggio e di innovazione. Dopo il tema lavoro (88,1 per cento) il problema ambientale si colloca al secondo posto (71,9 per cento), inoltre nella classifica sulle preoccupazioni degli italiani troviamo poi la debolezza della classe politica (24,6 per cento). Il sondaggio mette inoltre in evidenza una grande fiducia nei confronti delle fonti energetiche pulite. L’indice di gradimento vede al primo posto il solare, seguito da eolico e idroelettrico. Nella nostra città forse siamo lungimiranti, innovativi se chiediamo di sondare l’opinione della città, o forse apparteniamo a generazioni differenti ma non per questo sprovvedute. Ci stupisce non poco la valutazione che il Prof. Pirro fa descrivendo ipotetici disastri socio-economici derivanti dalla chiusura dell’area a caldo del siderurgico in un momento in cui persino la Cina ritiene di dover chiudere obsolete aziende siderurgiche altamente inquinanti e dispendiose dal punto di vista energetico. Il resto del mondo va esattamente nella direzione opposta a quella prospettata dal Professor Pirro. Persino da un recente studio dell’ IRES (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali, fondato tra l’altro nel 1979 da Cgil)  si evince che le industrie con i maggiori potenziali di investimento sono quelle correlate alle bioenergie, allo sfruttamento delle tecnologie solari e al settore del solare termodinamico. All’aumento degli investimenti corrisponde una crescita dell’occupazione anche derivante da indotto. Di prospettive legate ad investimenti nel settore della siderurgia, in contrasto con le sue dichiarazioni, neanche l’ombra. Questo comitato ha già enormemente influito sulle scelte strategiche intraprese da altri movimenti ambientalisti che, relativamente alla riconversione industriale, riteniamo validi alleati. Questo è il vero futuro ecosostenibile per il nostro territorio.

Corriere del Giorno 13 ottobre 2010

Annunci

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: