RIFIUTI:CHI DAVVERO SI DARA’ DA FARE?

5 dicembre 2010 alle 09:25 | Pubblicato su Le Azioni di 'Taranto libera' | 2 commenti

AttivaLizzano, Taranto libera, Associazione Malati Cronici,Comitati di Quartiere Taranto, Meet Up I Grilli delle 100 Masserie, Amici di Beppe Grillo Taranto, I Grilli di Taranto in Movimento,Taranto Ciclabile, Co.ri.Ta., Comitato per l’Ambiente Fragagnano, CarosiNodiscariche, Anta Onlus Sava, Sud in Movimento.

Comunicato stampa del 4/12/2010

NO AI RIFIUTI DI STATO

In relazione all’offerta fatta – dal Presidente della Regione Puglia, Nicola Vendola (senza il parere del Consiglio Regionale) – di accogliere i rifiuti provenienti dall’ennesima “crisi” campana, come comitati e associazioni di Taranto e provincia sentiamo forte l’esigenza di dichiarare che non è più accettabile il tentativo di monetizzare salute e democrazia. Perché continua imperterrito lo sfruttamento di un territorio già martoriato da un inquinamento eccezionale, che già vanta tristi primati in fatto di impianti a rischio e non si fa mancare nulla in fatto di inceneritori e discariche di rifiuti di ogni tipo, con la possibilità di notevole incremento di malattie e la contaminazione della catena alimentare. E’ anche una questione di democrazia, perché Vendola non può assolutamente pensare di partorire una tale decisione senza consultare la popolazione.

Ci pare inoltre oltremodo fuorviante porre l’accoglimento dei rifiuti come una questione di solidarietà. Da anni ormai i comitati cittadini, i medici, gli scienziati addirittura gli economisti propongono una soluzione ecocompatibile e vantaggiosa in termini di risparmio collettivo economico ed energetico, a favore dell’incremento dell’occupazione e della tutela dell’ambiente, fatta di riduzione della produzione di rifiuti, raccolta differenziata porta a porta, riciclo, riutilizzo, con l’obiettivo di raggiungere “Rifiuti Zero”, mentre i vari governi di turno si intestardiscono nella politica dell’incenerimento e dello smaltimento in discarica, che favorisce grandi industriali – come la Marcegaglia – e clientele di dubbia legalità.

La solidarietà ai cittadini campani, e come loro a tutti gli altri cittadini impegnati nella tutela del proprio territorio in questo Paese contro questa gestione anacronistica e basata sul continuo consumo senza fine dei beni comuni e notevole spesa economica per i contribuenti, consiste nell’opporsi a tutte le “soluzioni” che le perpetuino.

Riteniamo per questo indispensabile aderire alla giornata europea contro le opere inutili prevista l’11 dicembre per ribadire che gli impianti di incenerimento dei rifiuti non sono una soluzione ma una perpetuazione del problema (dato che un terzo del conferito finisce in discarica sotto forma di ceneri altamente tossiche) ed invitiamo tutta la provincia a sostenere la manifestazione che il 12 Dicembre si terrà a Lizzano promossa per sensibilizzare le popolazioni della provincia contro lo scempio che da anni la politica di gestione dei rifiuti sta perpetrando nelle zone limitrofe alle discariche (come la Vergine che tra l’altro presenta una non conformità della barriera di confinamento alle disposizioni del lgs. 36/2003, ed Ecolevante). Pretendiamo inoltre che i sindaci teoricamente chiamati a rappresentare i cittadini prendano le dovute tutele e non si limitino a esporre a parole il loro parere negativo verso i rifiuti campani, ma che realizzino atti istituzionali concreti. Sono attese dalla Campania 50.000 tonnellate destinate ai siti di Italcave a Statte, Ecolevante a Grottaglie e Vergine ai confini tra Lizzano, Fragagnano e Faggiano.

Dopo la conferenza stampa del 29 ottobre, molti rappresentanti politici provinciali e regionali ignorarono completamente l’allarme ‘rifiuti campani’ mentre alcuni (assessore regionale Nicastro, sindaci di Lizzano, Faggiano e Monteparano) si affannarono per sminuire il timore e l’agitazione dei 14 comitati commentando la preoccupazione come infondata. I cittadini chiedono spiegazioni sulla evidente noncuranza di molti e incoerenza degli altri, domandandosi che fine abbiano fatto questi politici oggi, quando l’arrivo di circa 200 camion è quasi imminente.

Visto che i sindaci hanno rotto il silenzio siamo tutti curiosi di vedere chi veramente farà seguire alle parole atti concreti. Quanti di questi sindaci non si limiteranno ad atti formali ma assumeranno posizioni intransigenti di fronte ai rischi per la salute?

Intervista a Daniela Spera (Taranto libera) su Radio Popolare Salento: solo-a-taranto-i-rifiuti-campani-nessuna-solidarieta-italiana-o-pugliese-arrivera-1-milione-di-risarcimento-i-comitati-dei-cittadini-contrari-manifestano-domenica-12

Annunci

2 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Io non so davvero più cosa pensare! Se continuare a lottare o se sia giusto scappare come conigli perchè tanto vincono loro.
    Così alcune volte penso che andar via sia l’unico modo per sopravvivere e consentire una vita degna ai nostri figli. Altre volte penso invece che è chi ha rovinato la nostra città che deve andare via, non certo chi la ama! Eppure chi l’ha rovinata e chi continua a farlo non ha paura e continua a uccidere il nostro futuro. Inizio a temere che parlare non serva più. La corruzione e gli sporchi interessi sono più interessanti della nostra salute. Ormai è evidente! Resto comunque ad ammirare i vostri sforzi per cambiare il nostro futuro e per informarci! Grazie per questo…

    • La protesta deve restare sempre viva, finchè c’è silenzio non c’è pressione. I cambiamenti sono lenti molto spesso ma occorre essere costanti, mirati nelle azioni e soprattutto uniti. Grazie a Te perchè credi nei nostri sforzi. E’ già moltissimo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: