SOLE, TERRA, VENTO. ALTERNATIVE POSSIBILI? COMINCIAMO A DISCUTERNE E A RACCOGLIERE PROGETTI!

20 febbraio 2011 alle 19:46 | Pubblicato su Le Azioni di 'Taranto libera' | 1 commento

Nella foto, a partire da sinistra, Adele Di Fabbio (dottoranda), Luisa Campatelli (Corriere del Giorno), Maria Teresa D’Amato (Comitato Taranto libera, in piedi), Francesco Colelli (SolarLight)

Il convegno ha rappresentato una nuova occasione per parlare di alternative alla grande industria pesante. I temi sono stati sviscerati ampiamente ed in particolare gli interventi hanno abbracciato una grande varietà di applicazioni. Solar Light ha parlato soprattutto di:

– amianto sole (rimozione e sostituzione di tetti in amianto con coperture ad alte prestazioni energetiche integrate con pannelli fotovoltaici);
– solare biotech (serre fotovoltaiche / interventi di efficienza energetica negli edifici nonché installazione di pannelli solari negli edifici);
– pensiline fotovoltaiche (costruzione di strutture fotovoltaiche integrate nei contesti urbanistici ed architettonici per lo stazionamento di autovetture/camper).
Ha inoltre parlato delle ricadute in termini occupazionali. Durante il convegno sono emersi tutti gli aspetti positivi di questo settore e anche quelli da evitare. Se facciamo attenzione alle speculazioni (come in tutte le cose), possiamo costruire. L’indotto in questo settore (geotermico e geotermico associato a fotovoltaico non selvaggio, eolico e minieolico) è notevole.

Il Comitato Taranto libera produrrà una relazione ed un dvd da mettere a disposizione di chiunque voglia conoscere gli argomenti trattati nel convegno. Per qualunque richiesta scrivere a: tarantolibera@virgilio.it.

Annunci

1 commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Salve ,ho mandato proprio oggi al Vostro indirizzo EMail una nota sull’impianto EE21 per il riciclo dei rifiuti, che ben si inquadra nell’ oggetto di cui si parla. Ricavare energia dai rifiuti, senza inquinare ( come invece fanno gli inceneritori ) mi sembra un obiettivo che occorerrebe raggiungere. Specie poi quando il materiale riciclato può essere utile in molti modi nell’agricoltura, nell’industria ,anche siderurgica, nella pesca ed infine anche per impiegare il carbone organico che si ricava per ottenere energia solare. Grazie E.V.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: